Articolazione acromio-clavicolare

L’articolazione acromio-clavicolare, è un’articolazione artroida (o piana) che connette la parte più laterale della clavicola con la parte più alta della scapola detta acromion, nella formazione del cingolo scapolare.
Si articola dall’incontro fra la faccetta articolare acromiale presente sull’estremità laterale della clavicola e la faccetta articolare clavicolare presente sull’acromion della scapola. Entrambe presentano una superficie articolare pianeggiante, e sono rivestite di cartilagine ialina.
L’articolazione acromio-clavicolare è rivestita da una capsula fibrosa, ed è divisa in due dalla presenza di un disco articolare costituito da fibrocartilagine che presenta variabile di sviluppo e raramente esso è completo; che si salda alla capsula dividendo così la cavità articolare in due parti. I mezzi di unione sono rappresentati dalla capsula articolare e da un legamento a distanza cioè il legamento coraco-clavicolare.

La capsula articolare risulta rinforzata da diversi legamenti:

– Legamento acromio-clavicolare
– Legamento conoide e legamento trapezoide (legamento a distanza coraco-clavicolare)
– Legamento trasverso della scapola
– Legamento coraco-acromiale

Copyright Obiettivofitness.com