Muscolo quadricipite femorale

Il quadricipite femorale è il più voluminoso muscolo della regione anteriore del­la coscia. É costituito da quattro ventri muscolari: il retto del femore, il vasto mediale, il vasto late­rale e il vasto intermedio.
I quattro capi si raccolgono distalmente per formare un unico tendine (in cui è contenuta la rotula) e che continua nel legamento patellare. Il legamento patellare a sua volta va ad ancorarsi alla tuberosità tibiale.

– Il muscolo retto del femore origina con il tendine dalla spina iliaca anteriore inferiore e con un tendine riflesso dal margine superiore dell’acetabolo e dalla capsula articolare dell’articolazione coxo-femorale.

 Il muscolo vasto laterale origina dalla faccia laterale e dal margine anteriore del grande trocantere, dalla linea intertrocanterica, dalla tuberosità glutea e dal labbro laterale della linea aspra del femore.

– Il muscolo vasto intermedio posto profondamente tra il vasto laterale e quello mediale, origina dai 3/4 superiori della faccia anteriore/laterale della diafisi del femore e dal labbro laterale della linea aspra.

– Il muscolo vasto mediale origina dal labbro mediale della linea aspra e dalla linea rugosa che unisce questa al collo del femore.

I quattro ventri muscolari si dirigono verso il basso e si fondono in un unico tendine comune che però è formato dalla sovrapposizione di tre lamine, inserito sulla rotula (o patella). La lamina superficiale è la continuazione del retto femorale, quella intermedia appartiene ai vasti mediale e laterale e quella profonda al vasto intermedio.
Questo tendine, scendendo più in basso e inserendosi sulla tuberosità tibiale, va a formare il legamento patellare, che rinforza la capsula articolare del ginocchio.
Il muscolo quadricipite contraendosi estende la gamba sulla coscia. Inoltre il retto femorale essendo un muscolo biarticolare, partecipa anche alla flessione della coscia, e in caso di rotazione del femore, alla flessione dell’anca.
Questo grande muscolo è uno dei più importanti per il mantenimento della stazione eretta e per la deambulazione.
É innervato dal nervo femorale (L2, L4).

ORIGINE:
Muscolo retto del femore: Spina iliaca anteriore inferiore e dal margine superiore dell’acetabolo e dalla capsula articolare (con un tendine riflesso) 
Muscolo vasto laterale: Faccia laterale e margine anteriore del grande trocantere, dalla linea intertrocanterica, dalla tuberosità glutea e dal labbro laterale della linea aspra.
Muscolo vasto intermedio: 3/4 superiori della faccia anteriore/laterale della diafisi del femore e dal labbro laterale della linea aspra.
M
uscolo vasto mediale: Labbro mediale della linea aspra e dalla linea rugosa che unisce questa al collo del femore.

INSERZIONE:
Base della rotula e successivamente sulla tuberosità tibiale tramite il tendine rotuleo

FUNZIONE:
Estende la gamba sulla coscia. Il retto femorale essendo un muscolo biarticolare, partecipa anche alla flessione della coscia, e in caso di rotazione del femore, alla flessione dell’anca

MUSCOLI MONOARTICOLARI: 
Vasto mediale, vasto laterale, vasto intermedio

MUSCOLO BIARTICOLARE:
Retto femorale

Copyright Obiettivofitness.com