Muscolo trapezio

Il trapezio, è un ampio muscolo di forma triangolare che troviamo in posizione superficiale lungo la parte superiore del dorso e del collo, che va a ricoprire.
Contraendosi il muscolo trapezio eleva ed adduce la spalla, andando ad agire sull’articolazione scapolo-omerale (se fa punto fisso sull’origine), esso è anche un estensore della testa, che può anche ruotare verso il lato opposto, andando ad agire sull’articolazione fra atlante ed epistrofeo (se fa punto fisso sull’inserzione).

Le sue fibre ampie e sottili ricoprono la spalla, inserendosi sull’osso occipitale (nella parte mediale della linea nucale superiore), sul legamento nucale, e sui processi spinosi delle vertebre toraciche e su quello della 7° vertebra cervicale.
I fasci del muscolo trapezio convergono verso la spalla e si inseriscono nel terzo laterale del margine posteriore della clavicola, sul margine mediale dell’acromion, sul labbro superiore del margine posteriore della spina della scapola e sull’estremità mediale della spina stessa.
Tutte le fibre di tale muscolo sono facilmente palpabili, in quanto questo muscolo è superficiale, quindi la faccia superficiale è in rapporto con la pelle. La faccia profonda si pone in relazione con i muscoli sovraspinoso, elevatore della scapola, splenio della testa, splenio del collo, romboide, semispinale della testa e grande dorsale. Il margine anterosuperiore del muscolo delimita dorsalmente la regione sopraclavicolare.
Le fibre del muscolo trapezio si possono dividere in tre gruppi:
– Le fibre muscolari superiori
1. Se si contraggono bilateralmente estendono capo e collo;
2. Se si contraggono unilateralmente flettono il capo e il collo da una parte, ruotano il capo e il collo, elevano la scapola, ruotano la scapola verso l’alto (articolazione scapolo-toracica)

– Le fibre muscolari mediane
1. Adducono la scapola (articolazione scapolo-toracica)
2. Stabilizzano la scapola (articolazione scapolo-toracica)

– Le fibre muscolari inferiori
1. Deprimono la scapola (articolazione scapolo-toracica)
2. Ruotano la scapola verso l’alto (articolazione scapolo-toracica)

Le fibre superiori e inferiori sono antagoniste nell’elevazione e nella depressione della scapola.
Il muscolo trapezio è innervato dal nervo accessorio (XI paio di nervi encefalici) e da rami del plesso cervicale (C2-C4).

ORIGINE:
Osso occipitale (nella parte mediale della linea nucale superiore), legamento nucale, parte processi spinosi delle vertebre toraciche, processo spinoso della 7° vertebra cervicale.

INSERZIONE:
Terzo laterale della clavicola, acromion e spina della scapola.

FUNZIONE:
Contraendosi il muscolo trapezio eleva ed adduce la spalla (se fa punto fisso sull’origine), esso è anche un estensore della testa, che può anche ruotare verso il lato opposto (se fa punto fisso sull’inserzione).

Copyright Obiettivofitness.com – Licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License (CC BY-NC-ND 4.0).